Casino e giochi online, il Sud Italia traina l’interesse di settore

fichesGli italiani sono un popolo di giocatori e di videogiocatori. Ma all’interno della Penisola c’è comunque chi lo è un po’ di più, e che lo è un po’ di meno. E i dati forniti dall’Osservatorio Gioco Online del Politecnico di Milano non sembrano smentire tale tendenza, visto e considerato che l’istituto riferisce in un suo recente dossier che oltre il 60% degli utenti che investono qualche euro (o qualcosa di più) nell’ambito del gaming online, proviene dalla Sicilia e dalla Campania.

In altri termini – afferma ancora lo studio condotto dall’Osservatorio – sei giocatori online su dieci provengono da due sole regioni italiane, che evidentemente si scoprono particolarmente affezionate al mondo del casino e delle scommesse in generale, e a quelle online in particolare. D’altronde, difficile cercare di smentire tale tendenza, mentre è molto più facile cercare di capire quali siano le determinanti che stimolano un riscontro così positivo da parte dei giocatori online. Una buona parte del merito è sicuramente attribuite al fatto che nel corso degli anni i siti di gaming online hanno compiuto importanti sforzi per poter rendere più sicura l’esperienza di gioco, tutelando la privacy e la serenità dei gamers.

D’altro canto, una determinante non può che essere rappresentata anche da una politica promozionale piuttosto aggressiva e convincente, che ha condotto moltissime attività di scommessa online, come le scommesse Bet365, a divenire sempre più conveniente e alla portata di qualsiasi giocatore e di qualsiasi patrimonio. Ad ogni modo, il settore del gaming online rappresenta uno dei pochi comparti dello shopping e della fruizione di servizi online, in cui il Sud è a prevalere rispetto al Nord. Per quanto concerne infatti la compravendita online nel suo complesso, il Settentrione d’Italia sembra prevalere rispetto al Mezzogiorno, grazie alla possibilità – si legge nel dettaglio delle statistiche compiute negli ultimi mesi – alla maggiore convenienza legata all’economicità dello shopping online rispetto a quello “su strada”, o ancora grazie alla possibilità di poter confrontare prodotti e offerte in pochissimi istanti, scegliendo poi in un secondo momento, con più calma, quello più conveniente.

Insomma, se al Nord Italia lo shopping online sembra prevalere, il Sud Italia si scopre nicchia di particolare favore per quanto concerne alcuni settori ad alto livello di attrattività come, ad esempio, il già rammentato gaming online.

Difficile, a questo punto, prevedere quel che potrebbe accadere nel prossimo futuro, e se le attuali posizioni di Nord e Sud Italia continueranno ad arroccarsi su simili progressioni, o se invece le divergenze tenderanno ad appiattirsi con gradualità. È probabile, in tale ambito, che l’eterogeneità delle statistiche possa continuare ancora a lungo, anche se molto non potrà che dipendere dagli operatori dei singoli settori e dalla loro capacità di “cambiare” le abitudini degli scommettitori e degli amanti dello shopping online.
E voi che cosa ne pensate? Quali sono le vostre preferenze sul gaming online? A quali operatori siete soliti affidarvi?

I commenti sono chiusi